Lieviti ed Intolleranze

 

Tra i miti e leggende (anche di comodo) che circolano ai giorni nostri sul web e tra le vicine di casa, vi è quella dell’intolleranza al lievito.

 Il lievito solitamente viene utilizzato nei processi di panificazione per aiutare l’impasto a produrre determinate sostanze (Anidride carbonica, sostanze aromatiche caratteristiche dell’impasto e del prodotto finale) ma anche per aumentare la digeribilità finale.

Intolleranza (?) al lievito

Normalmente,si parla di intolleranza quando uno dei nostri tanti enzimi deputati alla “gestione e smaltimento” di sostanze proveniente dall’esterno ha dei problemi. Problemi che potrebbero essere di numero (quindi deficit con sottoespressione enzimatica) o funzionali (quindi “malfunzionamenti” di varia natura).

Nel riguardo dei vari lieviti (perchè ne esistono moltissimi in commercio, nell’ambiente ed anche negli alimenti), ad oggi, non è stata riscontrata nessuna “intolleranza”.

Ma io mi Gonfio dopo che mangio!

Dopo aver mangiato panificati (pane, pizza ecc) ci potrebbero essere effettivamente degli effetti spiacevoli (gonfiore addominale, meteorismo, pesantezza ecc) solitamente dati da tempi di lievitazione veloci e una cattiva gestione della lievitazione ma non dal lievito in sè.

Tutti sintomi che possono anche essere ricondotti ad altri motivi scientificamente confermati (intolleranze vere come al lattosio, celiachia, Iperalimentazione (si, hai mangiato troppo, non è il lievito), mal gestione digestiva dei macronutrienti e molti altri disturbi sistema digerente collegati.

 

Quindi il primo accorgimento sarebbe quello di scegliere prodotti con impasti ben lievitati e soprattutto con tempi di lievitazione lunghi. Questo ne favorisce la digeribilità finale del prodotto. Il lievito infatti non altro che predigerire l’impasto, rendendolo quindi,facilmente più gestibile dal nostro sistema digerente dopo che l’avremo mangiato.

Ricetta pane senza lievito

Se però, presi da una vampata di alternatività alimentare, volete continuare per la strada del “senza lievito”, vi lascio una ricetta facile e veloce del cosiddetto “Soda Bread” (Pane di soda).

E’ anche chiamato pane inglese dove il lievito viene completamente sostituito dal bicarbonato di sodio.

Il fatto che sia senza lievito, ovviamente, non va considerato come un alimento da mangiare senza un limite, in quanto i valori nutrizionali e le kcal sono praticamente uguali al pane classico (mi spiace).

Soda Bread

Ingredienti

  • 400g Farina di Grano Te
  • 200ml di latte
  • 200ml yogurt (neutro quindi al naturale senza aromi)
  • 2 cucchiaini di bicarbonato
  • 1 cucchiaino di sale

Amalgamare bene Farina, Sale e bicarbonato.

Aggiungere il latte, amalgamare ed infine lo yogurt.

Impastare fino ad ottenere un impasto omogeneo.

Inserire in una teglia e praticare una croce sul lato superiore dell’impasto (aiuterà la lievitazione durante la cottura).

Cuocere in forno a 200° C per 20 minuti e poi a 180C° per 10 minuti circa (controllare che non si bruci)