Yogurt Greco origine e caratteristiche

Cremoso, denso, nutriente e ricco di proteine, ecco a voi sua maestà yogurt greco.

Ha origini Bulgare (nonostante il nome che potrebbe fuorviare) ed è ormai diffuso in tutto il mondo. 

Rispetto allo yogurt classico, quello di tipo greco si presenta fisicamente molto più denso, di consistenza quasi budinosa. Questo caratteristica lo ha reso famoso nell’incorpameno di un ventaglio infinito di ricette.

La consistenza è ottenuta mediante diversi filtraggi (in media tre filtraggi). Processo che lo rende più concentrato, con meno parte sierosa ed acquosa.

A causa dei diversi processi di filtrazione, il produttore necessità di una quantità maggiore di latte per produrre la stessa quantità in grammi di uno yogurt classico. Ovviamente questo si rifletterà sul prezzo del prodotto (normalmente più caro rispetto ad uno yogurt classico).

Si presta come un alimento molto versatile ed utilizzabile in praticamente tutte le nostre strategie nutrizionali (sopratutto la versione a 0% di grassi)

 

Tipologie di yogurt greco e consigli per l’acquisto

Prima di addentrarci nel dettaglio, bisogna fare una grossa premessa. In commercio vi sono tanti tipi differenti di yogurt  greco. Per tipo, non intendo marche, ma yogurt che pur essendo di tipo greco hanno caratteristiche nutrizionali differenti.

Nell’articolo farò sempre e solo riferimento a quello che personalmente considero “puro”. Ovvero magro (quindi con circa 0% di grassi), SENZA zuccheri aggiunti, SENZA frutta/cereali o altre aggiunte.

Prendendo questo yogurt come standard di riferimento, sarà più semplice sia trattarlo con dati alla mano, sia per il consumatore finale adattarlo alla proprie esigenze nutrizionali.

Se volessi uno yogurt greco più “grasso” potrei unire questo base con della frutta secca, secondo le mie esigenze.

Se lo volessi più zuccherino,quindi aumentando la quota di carboidrati, potrei unirlo a della frutta o eventualmente con del dolcificante per il sapore.

Quindi, come si può già notare con queste due idee, lo yogurt greco 0% può fungere da start-up per molte altre ricette sfiziose.

Una nota: CONTROLLATE SEMPRE quando acquistate un nuovo tipo/brand di yogurt 0% che sia quindi veramente uno 0% riferito non solo ai grassi ma anche agli zuccheri aggiunti.

Spesso il produttore, facendosi trasportare facilmente dagli incassi facili che lo 0% può portare, lo infarcisce di altra roba per renderlo più “appetibile”.

 In caso di dubbi potete comunque fare riferimento ad un eventuale professionista che vi segue

Proprietà Nutrizionali

Mettendo a confronto una tabella nutrizionale di uno yogurt classico con uno greco 0% standard (leggi sopra per maggiori info su questa “tipologia”), notiamo subito il maggior contenuto di proteine presenti in quest’ultimo. Abbiamo anche un minor quantità di carboidrati e di conseguenza di lattosio.

Questa concentrazione elevata di proteine è dovuta ai processi di filtrazione e “condensazione” a cui viene sottoposto lo yogurt.

La percentuali di grassi è variabile in base alla tipologia dello yogurt scelto. Prossimi allo 0 g con quello o% mentre ci avviciniamo ai 2-3 g con quelli leggermente più grassi.

La quantità di grassi presente nello yogurt è direttamente proporzionale al tipo di latte utilizzato.

Scremato ->0%

Parzialmente scremato -valori intorno al 2-4%

Intero-> Superiore al 5%

L’elevata concentrazione di proteine, ad alto valore biologico, gli permette di avere un buon potere saziante (quindi si presta bene in ipocaloriche ed iperproteiche).

Ottima fonte inoltre di Calcio, Vitamine del gruppo B e Vitamina A.

Allergeni

Fermenti lattici

Altra caratteristica, non meno importante, è la presenza di fermenti lattici. Questi permettono un buon (ma non gridiamo al miracolo) riassestamento della flora intestinale, andando a rimpolpare i fronti di quella “benigna”. Il tipo di fermenti lattici presenti, varia in base al tipo di processo di produzione con cui è stato prodotto. 

Sconsiglio comunque di fossilizzarsi troppo su questo elemento, ma, nella scelta di questo alimento, concentrarsi invece sulla lista degli ingredienti e sulla sua tabella nutrizionale.

Quantità ed intolleranze

Nessuna quantità in particolare, usarlo secondo proprio gusto e sopratutto fabbisogno nutrizionale.

Ottimo come post allenamento come fonte proteica e/o come parte di uno spuntino.

 Può causare intolleranze?

Attenzione a chi è allergico alle proteine del latte.

Viste la basse concentrazioni di lattosio, è ben tollerato da chi ha questo tipa di intolleranza.

Allergeni

In breve…

Valori Medi Nutrizionali riferiti a 100g di Alimento Crudo (versione 0% grassi)
Kcal 54
Proteine 10,3 g
Carboidrati 3 g
di cui zuccheri 3 g
Grassi 0 g
Fibre 0 g

                                           

Categoria

Alimento funzionale di base. Utilizzabile da solo o per molte ricette e piatti unici.

E’ un buon alimento perchè…

Ottima fonte proteica nella sua versione 0%.

Consigliato a…

  • Alimentazioni iperproteiche
  • Alimentazioni a bassi carboidrati
  • Onnivori – Vegetariani 

Densità Energetica

Bassa

Ottimo in Ipocaloriche, Normocaloriche e Ipercaloriche

 

Indice Sazietà

Medio

 

Tipologia Consigliate

0% Senza Zuccheri aggiunti – Senza Frutta aggiunta – Senza aggiunte in generale

Integrazione

Complementare

Proteine del latte in polvere

Mettiamoci in contatto!

Compila il modulo per essere ricontattato oppure usa un mezzo social o altri riferimenti in basso

Email

info@davideferraro.com

Telefono - WhatsApp

+39 3488783018

Mandorla e proprietà nutrizionali

Mandorla e proprietà nutrizionali

La mandorla è un seme commestibile, alimento vegetale usato e conosciuto fin dall’antichità. E’ uno dei primi alimenti da scegliere qualora si volesse integrare la propria alimentazione con della frutta secca ad alto contenuto lipidico ed energetico