Alimenti “Free From”- Gluten Free: Perché Alimenti senza glutine, principali prodotti e svantaggi

Perché Alimenti senza glutine, principali prodotti e svantaggi

La diagnosi clinica e conferma di celiachia ovviamente va a influenzare direttamente la dieta futura del soggetto. Si stima che la celiachia colpisca meno del 1% della popolazione ma nonostante questo vi è un  trend continuo del consumo di prodotti gluten free. Questo fenomeno può essere spiegato da celiachie spesso auto diagnosticate dai soggetti con manifestazioni “varie” intestinali.

Questionari effettuati sulla popolazione Americana hanno concluso che circa il 26% degli Americani ritiene i prodotti gluten free come “più salutari” a prescindere da eventuali complicazioni cliniche presenti. Altra motivazione raccolta sulla scelta del gluten free include la perdita di peso corporeo…ma non è stata trovata prova dell’associazione gluten free e perdita di peso. 

Secondo Istat del 2015 la domanda dei gluten free sta aumentando. Prodotti considerati essenziali dai consumatori come biscotti e pasta vengono sempre più richiesti in sostituzione di quelli standard. Sono richieste sopratutto referenze quali: pane, brioches, derivati del pane (crackers, grissini ecc).

L’aumento delle richieste negli anni ha portato parallelamente ad un numero di referenze “reinventate” per poter soddisfare praticamente ogni esigenza del consumatore. Ovviamente, per l’azienda produttrice è sempre una sfida dover cambiare anche solo un ingrediente per poter ottenere un prodotto finale con caratteristiche organolettiche,qualità e plastiche simili a quello di partenza. 

Ovviamente l’aumento della richiesta da parte dei consumatori e gli sforzi della filiera produttiva ha portato anche ad un aumento dei fondi destinati alla ricerca per lo sviluppo di questi alimenti gluten free.

Principali prodotti gluten free presenti in commercio

Pane e suoi sostituti: Pane, crackers, pancarrè, grissini, fette biscottate,ecc.

Preparati e miscele: Pizze, dolci vari, pani.

Pasta alimentare: con formati e tipologie vari

Cereali per prima colazione

-Dolci

-Snack vari

Oggi,in linea generale, gli alimenti gluten free prodotti hanno caratteristiche organolettiche ed edonistiche accettabili rispetto lo standard con glutine, pur non raggiungendo gli elevati standard edonistici della materia prima di base (come una buona pasta di semola di grano duro).

Solitamente il settore bakery ha più varietà di scelta rispetto al comparto dolciario.

Tra gli svantaggi (e problema) più rilevanti di questi prodotti sono le ridotte  proprietà nutrizionali (soprattutto micronutrienti) rispetto allo standard non gluten free.

Carenza che può andare ad aumentare il deficit già presente di micronutrienti nel celiaco, dovuto al mancato o leggero assorbimento intrinseco della patologia. Per ovviare a questo inconveniente, molte ditte vendono i loro prodotti prevedendo l’aggiunta nella ricetta di integrazioni di minerali e vitamine che vanno a colmare il gap creato dalla materia senza glutine.

Queste carenze nutrizionali dell’alimento gluten free possono essere più marcate soprattutto in particolari soggetti “fragili” quali,ad esempio, bambini in fase di accrescimento. 

La dieta gluten free va a promuovere sicuramente sollievo a livello intestinale del soggetto celiaco ma sul lungo termine può comportare grosse limitazioni nutrizionali concomitanti.

Un altro deficit del cibo gluten free è la ridotta percentuale di fibre rispetto allo standard. Questo gap viene colmato mediante integrazione. Il loro indice glicemico tende a  variare in base alle sostanze utilizzate ma spesso si presenta più alto rispetto ad una controparte con glutine (soprattutto se rapportata con un cibo integrale standard).

Concentrazione di fibre: Integrale con glutine > Prodotto standard con glutine > gluten free

In linea di massima i prodotti gluten free si presentano rispetto alla controparti con glutine:

-più ricchi di grassi

-più ricchi di zuccheri

-più ricchi di sodio

Nel pane gluten free il contenuto di grassi si presenta con quasi circa il doppio rispetto a quello standard. Queste aggiunte vengono effettuate oltre che per motivi tecnologici di produzione anche per migliorare l’aspetto organolettico generale.

Altri Articoli realitivi al gluten free:

Alimenti “Free From”: Definizione, tipologie e storia di alimenti “Free From”

Alimenti “Free From”- Gluten Free: Cenni di fisiopatologia della celiachia e proprietà del glutine

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Sentitevi liberi di contribuire!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.